Ecoinvenzioni: i mobili fotosintetici che producono cibo e luce

I mobili fotosintetici Living Things rappresentano l’interessante soluzione proposta per un eco-arredamento domestico completamente autosufficiente

WhatsApp Share

 

I mobili fotosintetici che producono cibo e luce, rappresentano l’interessante soluzione proposta per un arredamento green completamente autosufficiente. Si tratta, in pratica, di una speciale linea di mobili (prevalentemente tavoli e lampade) in grado di sfruttare la fotosintesi naturale per generare luce e produrre sostanze nutrienti in casa.

I nuovi mobili fotosintetici, denominati ‘Living Things’ e realizzati dall’architetto Jacob Douenias e dal designer industriale Ethan Frier, ‘funzionano’ grazie ad un batterio conosciuto col nome di ‘spirulina’, una specie appartenente alla classe dei Cianobatteri, rinchiuso in un ampolla di vetro trasparente. 

Secondo gli stessi ideatori, questi batteri sono vere e proprie  strutture viventi che riciclano luce, calore e anidride carbonica indoor in una biomassa verde molto ricca dal punto di vista nutrizionale che può essere utilizzata come fertilizzante in agricoltura, convertita in biocarburante o addirittura consumata come nutriente. 

La spirulina infatti è considerata un eccellente integratore alimentare naturale, al punto da esser stata proposta alla fine degli anni Ottanta sia dalla NASA che l’Agenzia Spaziale Europea come uno degli alimenti primari da coltivare durante le missioni spaziali da lunga durata. Fino a metà del suo peso infatti è costituito da proteine, il che lo rende una fonte alimentare super-efficiente.

I mobili fotosintetici ‘Living Things’, attualmente, rientrano solamente in un progetto d’arte esposto presso il ‘The Mattress Factory’  all’interno del Museo d’Arte Contemporanea di 

Pittsburgh, in Pennsylvania. Durante tutto il periodo dell’installazione, alcuni artisti lavoreranno con baristi e cuochi per creare con la spirulina una serie di piatti e bevande da offrire ai visitatori.

Il sistema ‘Living Things’ ha comunque dimostrato di essere perfettamente funzionante e pronto per dei futuri lavori di design e arredamento domestico che prevedano l’uso di ‘materiale vivente’. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo sito

ml

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy