Un condizionatore fatto di terracotta e acqua

Ant Studio crea un condizionatore d'aria low-tech che utilizza materia e materiali tradizionali per raffreddare naturalmente l'aria

WhatsApp Share

04 Febbraio 2018

La natura porosa della terracotta l'ha sempre resa un materiale molto usato, fin dai tempi più antichi, quando con ci si realizzavano ceramiche, piastrelle e condizionatori d'aria. Incredibile da pensare, ma è così. Ed è con quelle stesse dinamiche che l'Ant Studio di Nuova Delhi ha realizzato un condizionatore d'aria low-tech usando la terracotta. 

Si tratta di un'installazione scultorea che riesce a raffreddare l'ambiente quando viene fatta scorrere sopra di essa l'acqua. È stata progettata dall'architetto e fondatore di Ant Studio Siripurapu Monish come un progetto di abbellimento per una fabbrica di elettronica.

Il condizionatore è costituito da molti tubi di terracotta che sono stati disposti in una forma sferica utilizzando un telaio in metallo. Siripurapu ha spiegato che lo ha ideato sfruttando tecniche di costruzione e materiali tradizionali e usando l'antico concetto di raffreddamento evaporativo per il design.

L'installazione è stata concepita come un'alternativa più economica all'aria condizionata elettrica: la fabbrica voleva mantenere i suoi dipendenti freschi e confortevoli, ma non poteva permettersi un grande sistema elettrico di condizionamento. Con questo dispositivo, quando l'acqua viene versata e passata sulla terracotta (in questo caso viene pompata elettronicamente), l'argilla porosa assorbe il liquido e, mentre lentamente evapora, l'aria intorno a esso si raffredda.

C'è molta ricchezza di conoscenze e possibilità nei materiali tradizionali e nei modi di costruire: i progettisti moderni sono sempre più alla ricerca del passato come punto di riferimento per aiutare a risolvere i problemi di oggi in modo efficiente e rispettoso dell'ambiente. La terracotta in questo senso è un materiale davvero interessante. Per l'Ant Studio, una base su cui lavorare e da integrare, in modo da ridefinire la maniera in cui vengono esaminati i sistemi di raffreddamento. Inoltre, in questo modo, ogni impianto potrebbe essere trattato come un pezzo d'arte.