Solar Impulse 2 costretto a fermarsi di nuovo

A rischio il giro del mondo entro l'anno: il Solar Impulse 2 è costretto a fare una nuova sosta

WhatsApp Share

 

Problemi tecnici per il Solar Impulse 2: l'aereo a energia solare ha subito danni nell'ultimo volo che lo ha visto attraversare il Pacifico dal Giappone alle Hawaii in 117 ore e 52 minuti ed è costretto ad una sosta di almeno 2-3 settimane. Lo hanno annunciato gli organizzatori, spiegando che a causa di un surriscaldamento delle batterie la nona tappa, dalle Hawaii alla città Usa di Phoenix (Arizona), non avverrà prima di agosto.

La nuova pausa, che segue a quella dovuta al maltempo in Giappone, non è certo una buona notizia: è a rischio la possibilità di completare il giro del mondo entro l'anno, poiché l'accorciarsi delle giornate rende insufficiente l'irraggiamento solare. Già in Giappone, infatti, André Borschberg, uno dei due piloti dell'impresa, insieme a Bertrand Piccard, aveva ammesso il rischio non riuscire a completare il giro del mondo "in una volta sola".

 

Dopo che l'aereo solare raggiunge Phoenix, il Solar Impulse 2 dovrebbe fare altre due tappe in Usa, sorvolare l'Atlantico alla volta del Mediterraneo e fare ritorno ad Abu Dhabi.

gc