Londra riscopre la bicicletta. E diventa metropoli lenta

Condividi questo articolo:

I cittadini di Londra riscoprono la bicicletta. Il Sindaco la utilizza per andare a lavoro, il primo Ministro per fare lunghe passeggiate. Cosi’ la capitale brittanica si riscopre molto ‘slow’

Londra riscopre la bicicletta. Dopo l’attentato del 2005, è aumentato del 17 per cento il numero di quelli che scelgono la bici come mezzo per andare in ufficio. E in particolare, da due anni 8.000 londinesi possono utilizzare per spostarsi in città le biciclette messe a disposizione dal Comune,  prelevandola in uno dei 500 parcheggi sparsi per Londra e depositandola in un altro parcheggio quando sono arrivati a destinazione.

Londra così ama la bicicletta, le piste ciclabili e la vita ‘lenta’, che male si addice ad una metropoli come quella inglese. Eppure è così e Londra è stata infatti chiamata “Città della Lentezza 2012“, in omaggio a un ritmo più umano di muoversi e a una vita ecosostenibile. Ma attenzione, non vogliamo certo descrivere una realtà irreale: Londra è pur sempre una metropoli, con macchine, bus e camion, ma in tanti negli ultimi anni hanno deciso di affidarsi alle due ruote invece delle comode e inquinanti auto.

Ad usare la bicicletta nella grande Londra sono anche i vertici. Il sindaco, per esempio,  la usa per andare al lavoro, il primo ministro  utilizza la bici per passeggiare e fare sport, sua moglie ovvero la first-lady Samantha Cameron, usufruisce della bici sopra per fare la spesa o lo shopping. 

(Natale Accetta)

Questo articolo è stato letto 32 volte.

bici, Bici Londra, ciclisti, londra, salvaciclisti, vita metropolitana, vivere a Londra

Comments (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net