Ascoltare un litigio condiziona il nostro modo di rapportarci agli altri

I ricercatori hanno studiato come cambia il nostro comportamento in relazione al tono e al contenuto di una conversazione

Ti è mai venuta voglia di cambiare posto in treno o attraversare la strada quando hai sentito un litigio? La scienza ha esaminato per la prima volta come cambia la nostra gestione dello spazio interpersonale quando a fianco abbiamo altre persone toni e modi di un certo tipo.

Lo studio, condotto dai ricercatori dell’Anglia Ruskin University, University College London, Universidad Carlos III de Madrid e Istituto Italiano di Tecnologia in Genova, prevedeva due step. Nel primo i soggetti due conversazioni registrate, una “neutra” e una aggressiva, nel secondo gli psicologi misuravano il livello di benessere del loro spazio interpersonale con la tecnica dello "stop-distance": i partecipanti ascoltavano la registrazione di passi che venivano verso di loro e la interrompevano quando iniziavano a sentirsi a disagio. E’ stata usata una registrazione e non una persona in carne ed ossa per impedire qualsiasi pregiudizio visivo basato sull’aspetto fisico.

Ebbene, dopo aver ascoltato la conversazione aggressiva, i partecipanti interrompevano il suono dei passi prima. Questo vuol dire che avevano voglia di allontanarsi dagli altri.

"Lo spazio interpersonale è lo spazio che manteniamo tra noi e gli altri per sentirci a nostro agio. In questo studio, abbiamo mostrato per la prima volta che il tono delle interazioni sociali influenza la dimensione di questo spazio, anche quando non siamo direttamente coinvolti nell'interazione” ha dichiarato la Dott.ssa Flavia Cardini, professoressa di psicologia presso l’Anglia Ruskin University.

Lo studio del comportamento dell’individuo nella società è sempre molto interessante, perché riguarda ognuno di noi. Nessuno escluso. In particolare, tutto quello che riguarda il pensiero inconscio e il comportamento non verbale.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER